Da Realtà Mapei n° 164 - 22/06/2021

I grandi architetti del Premio Pritzker: RCR Arquitectes - lo spazio come dialogo tra interno ed esterno

Visione progettuale e opere di Rafael Aranda, Carmen Pigem e Ramon Vilalta, vincitori nel 2017, tra gli architetti che hanno ricevuto il prestigioso Pritzker Architecture Prize e che nelle loro realizzazioni hanno utilizzato prodotti e sistemi Mapei.

Location icon Taradell

Ideato da Jay e Cindy Pritzker nel 1979, il Pritzker Architecture Prize è considerato il corrispettivo del Premio Nobel per l'architettura. Viene assegnato ogni anno e premia un architetto vivente le cui opere abbiano dato un contributo significativo all’umanità. I vincitori ricevono un premio di 100.000 dollari e una medaglia di bronzo, su cui sono incise le parole “firmness, commodity, delight”, a richiamo dei tre principi dell'architettura secondo il De Architectura di Vitruvio: firmitas, utilitas, venustas, cioè solidità, utilità, bellezza. Negli anni il premio è stato assegnato anche ai due architetti italiani Aldo Rossi e Renzo Piano.


2017: RCR ARQUITECTES

Nel 2017 il 39° Pritzker è stato assegnato – per la prima volta dalla sua istituzione – al trio di architetti spagnoli Rafael Aranda, Carmen Pigem e Ramon Vilalta di RCR Arquitectes. Secondo la giuria, il loro lavoro “dimostra un impegno per il luogo e la sua narrazione, per creare spazi che siano in dialogo con i rispettivi contesti. Armonizzando la materialità con la trasparenza, Aranda, Pigem e Vilalta cercano connessioni tra l'esterno e l'interno, dando vita a un'architettura emozionale ed esperienziale”.

I tre architetti, catalani e originari di Olot nella regione di Girona, dove hanno fondato nel 1988 lo studio RCR Arquitectes, si sono laureati all’Etsav, l’Escola Tècnica Superior d’Arquitectura del Vallès.

Sin dagli inizi hanno privilegiato una dimensione del lavoro più locale, operando prevalentemente nella Spagna nord-orientale, anche se alcuni progetti li hanno portati in Belgio e in Francia, dove hanno realizzato rispettivamente la biblioteca multimediale Waalse Krook a Gand e un grande complesso culturale sull'Île Seguin a Parigi. Una visione progettuale apparentemente meno globale, che non ha comunque sminuito la ricerca di un tratto architettonico innovativo e anticonformista.

 

 

Dopo aver ricevuto la notizia del premio, alla domanda su come una visione meno internazionale avesse influenzato la filosofia e i valori dello studio, Aranda, Pigem e Vilalta hanno risposto che “la creatività nasce dall'interno. E questo interno ha a che fare con il modo in cui interiorizzi tutto ciò che ti circonda, qualcosa che non dipende solo dal luogo in cui vivi.”

I temi chiave che caratterizzano i loro progetti riguardano non solo la connessione tra gli spazi interni ed esterni, la trasparenza, i segni del passare del tempo sulla materialità della struttura, ma anche la ricerca innovativa sui materiali, con una predilezione per l’utilizzo dell’acciaio Corten, o, in alcuni casi, semplicemente dell'acciaio riciclato arrugginito. L’acciaio utilizzato in alcuni loro progetti, come l'azienda vinicola Bell-Lloc, il Museo Soulages e il Teatro La Lira, esprime “architettonicamente” il passare del tempo.

I tre architetti hanno descritto il loro operato come un’attitudine continua all’essenzialità, alla passione e alla ricerca della bellezza attraverso l’uso di volumi e geometrie semplici che li avvicina agli architetti che, per loro stessa ammissione, li hanno influenzati nel tempo come Alvar Aalto e lo studio giapponese Saana.

Il tutto racchiuso nell’idea alla base dell’operato di RCR Architects sin dagli inizi del loro sodalizio: spingere la società verso una consapevolezza sempre maggiore del valore del ruolo dell’architettura nella vita quotidiana. Che, riassunto, si può tradurre: la qualità degli spazi migliora anche la qualità della vita delle persone.

 

Il lavoro con Mapei: Espai d'Aigua i Salut Taradell

Mapei ha collaborato con lo studio RCR Arquitectes nel 2015 per la realizzazione della piscina coperta Espai d'Aigua i Salut Taradell (EAS Taradell). Situato nel Comune catalano di Taradell, il complesso monopiano (superficie 2.600 m²) offre una piscina di 20 m a sei corsie, una vasca piccola per corsi sportivi, sauna e bagno turco, una palestra, una sala per indoor cycling e una grande sala polivalente.

Mapei ha fornito per questo progetto sistemi per il ripristino e la protezione delle murature in calcestruzzo, la regolarizzazione, impermeabilizzazione e copertura in piastrelle di piscina e spogliatoi, la posa della pavimentazione in legno massello nella palestra.

"La creatività nasce da come interiorizzi tutto ciò che ti circonda, qualcosa che non dipende solo dalla distanza"

Rafael Aranda, Carmen Pigem e Ramon Villalta di RCR Arquitectes, Pritzker Prize 2017

Scheda progetto

Cantiere vasca indoor
Località Taradell, Spagna
Sottocategoria CENTRO SPORTIVO
Costruito nel 2016
Inaugurato nel 2106
Intervento fornitura di prodotti per l'impermeabilizzazione la posa di ceramica
Inizio e fine dei lavori 2016
Tipo di intervento Posa di pavimenti e rivestimenti a parete, Impermeabilizzazione
Committente Ayuntamiento de Taradell
Impresa appaltatrice Const Ferrer
Imprese esecutrici Hermanos Rayo
Specialisti coinvolti nei lavori RCR arquitectes
Distributore MAPEI Jòdul
Coordinatore MAPEI Antoni Catllà
Tags Realtà Mapei: #approfondimenti #architettura

Rimani in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Mapei